APPELLO. “A fianco dei lavoratori e delle lavoratrici del Goldoni. Non lasciamoli soli”

Pubblichiamo l'appello di alcune RSU Cgil e Usb in difesa e sostegno dei lavoratori e delle lavoratrici, dirette e in appalto, del Teatro Goldoni che in questi giorni stanno subendo critiche e pressioni aziendali dopo lo sciopero indetto giovedì contro la presenza in teatro di un candidato ritenuto incompatibile con lo spazio per le sue idee ed esternazioni xenofobe ed omofobe. L'appello è aperto e si possono aggiungere fra i firmatari anche altre RSU, lavoratori e lavoratrici o semplici cittadini in solidarietà. Per adesioni scrivere a goldoni.nonlasciamolisoli@gmail.com

Giovedì 1° marzo i lavoratori e le lavoratrici del settore tecnico del Teatro Goldoni di Livorno entrano in sciopero per la prima volta dall’apertura del teatro. Quel giorno era previsto un comizio eletorale alla presenza di Lorenzo Gasperini, candidato alla camera per la lega di Salvini. Nella proclamazione di sciopero si legge:

Ci teniamo a specificare che non siamo interessati ad entrare nel merito della campagna elettorale. Non è la presenza di un partito come la Lega Nord il nostro problema.

Non siamo di certo noi a dover scegliere o giudicare quali siano i soggetti legittimati ad organizzare iniziative elettorali all’interno del Teatro, ma al di là delle posizioni politiche di ogni singolo lavoratore e lavoratrice, vi è un sentire morale che ci vede tutti uniti e al quale non possiamo sottrarci.

A distanza di una settimana da una splendida iniziativa sull’olocausto e sul fascismo non abbiamo intenzione di prestare il nostro lavoro per permettere lo svolgimento di un’iniziativa nella quale parlerà il sopraccitato Lorenzo Gasperini. Personaggio che non ha mai nascosto le sue simpatie verso il regime fascista. Sono famose le sue dichiarazioni violente contro i gay, i ROM e le donne (chiamate cagne). Famosa la sua dichiarazione  in cui incitava il partito neofascista Casapound a prendere le armi. “

Lo sciopero è stato proclamato e sostenuto unitariamente da CGIL e USB con le rispettive RSU. Anche i delegati sindacali del settore amministrativo hanno voluto dare il proprio appoggio.  I lavoratori e le lavoratrici che hanno scioperato quel giorno sono tutti precari, nessuno di loro ha un contratto a tempo indeterminato.

Con questo appello chiediamo ai singoli lavoratori, delegati RSU, semplici cittadini di sostenere la scelta delle maestranze del Goldoni. In questi giorni hanno ricevuto molte critiche sia dall’esterno che dall’interno del Teatro.

La loro scelta è stata coraggiosa e va sostenuta. Da anni non succedeva una cosa simile. Questi ragazzi hanno capito che, di fronte all’imbarbarimento culturale e al razzismo, il silenzio non paga mai. Che bisogna avere il coraggio di esporsi.

Primi firmatari

Enrico Barbini RSA Porto 2000 FILCAMS LIVORNO

Mauro Dugini RSU ASA Spa USB LIVORNO

Valerio Melotti RSU CGT FILCAMS LIVORNO

Selmi Simone RSU Piaggio & C USB LIVORNO

Letizia Carmignani RSU Comune di Livorno  FP CGIL

Diego Perez RSU Unicoop Tirreno USB LIVORNO

Luca Tamberi RSU Tec Service FIOM LIVORNO

Omar Franconi RSA Provincia e Sviluppo USB LIVORNO

Paola Benedetti RSU Poste Italiane CMP Firenze SLC CGIL

Massimo Lami RSA USB Acciaieria Aferpi

Valeria Cioni delegata CGIL comune di Livorno

Rossana Galli delegata CGIL comune di Livorno

Dario Monticelli delegato CGIL comune di Livorno

Enzo Chioini delegato CGIL comune di Livorno

Francesco Luschi delegato CGIL comune di Livorno

Susanna Motroni delegata CGIL comune di Livorno

Giacomo Romboli USB Continental

Barbara Lenzi Consigliera m5s

Galigani Marco Consigliere 5 stelle del Comune di Livorno

Prof. Luca Falorni insegnante IIS Marelli Milano, agitatore culturale e antifascista

Alessandro Orfano docente precario

Marco Lenzi, insegnante ITIS “G. Galilei” di Livorno

Giuseppe Grillotti – consigliere comunale di Livorno Libera

Benvenuti Alessandra  RSU USB PIAGGIO e Coordinamento USB LIVORNO

Dario Canaccini

Marco Bruciati Consigliere Comunale Buongiorno Livorno

Pierina Trivero per il Comitato Nazionale Fondazioni Lirico Sinfoniche

Carlotta Cini Cobas Livorno

Valeria Giuliani  operatrice culturale – Nuovo Teatro delle Commedie

Patrizia villa segreteria CGIL Livorno

Gabriele Romanacci

Valentina Barale Direttivo #BuongiornoLivorno

William Benedetti  socio CFT settore trasporti.

Daniele Cerrai Docente

Simonetta Pampaloni

Associazione culturale  Atelier delle Arti

Iuri Lonzi

Denata Demiri

Tamara Napolitano lavoratrice CTT coordinamento USB e associazione Oltre

Antonini Maila

Claudio Martorano Associazione Oltre

Maria Grazia Filippi

Partito Comunista Italiano Federazione di Livorno

Nevena Hristova Byankova

Stefano Romboli  Operatore socio culturale

Simona Falorni

Buongiorno Livorno

Emanuele Voliani

Associazione Oltre per Livorno

Barbara La Comba

Gianni Niccolai

Federica Demi

Alessandro Doranti Docente

Nicola Baggiani Commerciante

Francesca Faleri

Giulio Scuri

Emanuele Frediani

Enrico Pompeo Insegnate

Lorenzo di Pilla

Simone Di Renzo

Lorenzo Ritorni

Stefano Betti Operaio

Giulia Tubino

Vanessa Nerazzini

Gino Mancini RSU USB Pubblico Impiego

Claudia Benedetti RSU CGIL pubblico impiego

Claudia Benedetti RSU CGIL pubblico impiego

Alessia Cespuglio Attrice

Stefano Bonarelli

Stefano Cusumano, Dottorando della Scuola Normale Superiore

Maurizio Spagliardi

David Ghollasi – Elettricista Teatrale, Teatro del Lido di Ostia-Roma

Francesco Longo

Michele Cremaschi, lavoratore dello spettacolo

Claudio Giacopetti

Angelo Paletta Musicista – Reggio Emilia

Antonello Caravelli

Debora Mango

Concetta Esposito

Raffo Nicoletta

Mazza Massimo coord. Settore Porto Livorno Cib-Unicobas

Teresa Sbolci

Adriano Scanga

Brigida Paola Sampino

Paolo Bazzicalupo

Marta Cuscunà

Daniele Stefanini

Maio Annalisa

Yasmina Pani, docente precaria Torino

Roberto Cirignano operaio C.U.B. Napoli

Giacomo Alfaroli

Diana Cavals

Sandro Pivotti Attore, Trieste

Silvia Chiarizia

Marco Tacini

Gaea Riondino per Associazione Culturale Narramondo

Lorenzo Sartori

Alessio Impronta Cerveteri (RM)

Giuseppe Dell’Avvocato studente di Ingegneria Meccanica  Bari

Michele Cosentino, studente di linguistica

Amanda Montevecchi – studentessa e commessa

Alessandra Padoan

Jacopo Pellegrini, studente

Salvatore Brizzi

Valentina Paterna, antifascista

Giovanni Cadoni, docente liceo Cecioni Livorno

Andrea Meconi Viareggio

Dr Valeria Dionisi, MD Resident in Radiation Oncology

Andrea Ludicelli

Francesca RicciOperatrice socio-culturale – dipendente Arci solidarietà Livorno

Luca Forestieri

Massimo Garzia

Stefania Bocco

Paola Tatti

Marco Sabbadini

Sara Marini

Chiara Fiorin

Laura Nocera Umbria

Rossella Perugi

Marta Olivieri

Simona Oriolesi

Alberto “Abi” Battocchi Tecnico del suono, Antifascista

Michele Corradini

Angela Picciafuochi

Michele Mocetti

Vto De Sandi

Maria Rossi

Angelo Consentino  Usb beni culturali – archivio di stato – Pescara

Elena Gregori, studentessa e allieva del teatro

Ludovica Franceschi

Federico Menici frequentatore dei laboratori teatrali del Teatro Goldoni da 10 anni

Federica Baldi

Alessia Russo

Alice Poliarchitetto  Bologna

Beatrice sgarallino

Alessio Guarino, studente, 18 anni

Veronica Barzacchi

Lorenzo Turci

Linda Matteucci

Andreas Iacarella

Unione Inquilini Livorno

Vasco Meneghini

Anna Trani

Simone Antonioli

Valeria Votta – San Miniato (PI)

Alessandra Falca, cantautrice.

Felice Capone

Daniele Faccioli

 

 

Previous Solidarietà dei Cobas ai lavoratori del Teatro Goldoni
Next Elezioni, Babylon Italia: benvenuti nella nuova Weimar

You might also like

Città

Alcune riflessioni sull’alluvione a Livorno

Alluvione! Riflettiamo sulle vere cause per evitare che si ripeta Dopo la sorpresa – in molti pensavano che Livorno si trovasse in un’isola felice e totalmente al riparo da simili

Città

Picnic davanti all’inceneritore: la protesta del Coordinamento Rifiuti Zero

Questa mattina un gruppo di attivisti e rappresentanti di associazioni ambientaliste e di quartiere aderenti al Coordinamento Rifiuti-zero si è ritrovato di fronte all’inceneritore di Livorno, improvvisando un picnic sull’unico

Città

BL: “Torre della Cigna, un bene da utilizzare”

Per la vicenda della Torre della Cigna le soluzioni sono tutt’altro che definite e come forza politica ci siamo interrogati su come si possa costruire uno scenario diverso, nella consapevolezza