BL: “Per un’accoglienza diffusa e responsabile dei richiedenti asilo. Proposte per Livorno”

romboli piazza garibaldiOggi, mercoledì 15 febbraio, presso p.zza Garibaldi, è stata tenuta una conferenza stampa per presentare le proposte per l’accoglienza ai richiedenti asilo a Livorno.

BuongiornoLivorno, attraverso il Gruppo Sociale che in questi mesi ha studiato e approfondito l’accoglienza dei richiedenti asilo in Italia e a Livorno, offre alcune proposte per una inversione di rotta a partire dal proprio territorio.
L’attuale modello di accoglienza è sbagliato e strutturato secondo un principio verticistico che dipende dal Ministero dell’Interno: si prevede, nella pratica, una gestione da parte delle Prefetture che calano sui territori le quote di rifugiati senza alcuna interazione con gli Enti Locali e le comunità, consolidando l’approccio repentino emergenziale.

A Livorno al gennaio 2017 siamo arrivati a circa 700 persone accolte prevalentemente secondo le modalità prima indicate, spalmate sui 20 spazi a disposizione e per lo più “congelate” in attesa che la lenta macchina burocratica proceda nell’accogliere o rigettare le richieste di permesso e di asilo politico, considerati corpi estranei dal resto della popolazione, spesso alimentata dalla disinformazione e dalle ostilità provocate da una precarietà sociale dilagante. Che ci piaccia o no non dobbiamo sorprenderci se la maggior parte dei nostri concittadini fatica a convivere con queste nuove presenze catapultate qui e di cui si ignorano le biografie e le identità.

Le proposte elaborate dal Gruppo Sociale di Buongiorno e che sono state presentate durante la conferenza stampa intendono praticare un modello alternativo a cominciare dal nostro territorio, contribuendo all’accoglienza diffusa e riducendo distanze e separazioni al momento dominanti.

Gruppo Sociale Buongiorno Livorno

16 febbraio 2017

Scarica il documento “Per un’accoglienza diffusa e responsabile dei richiedenti asilo. Proposte per Livorno” (PDF)

Previous Lama non l’ama ancora nessuno
Next Lipu: "Distrutta l'oasi urbana di via Goito"

You might also like

Città

La Piaggio esclude Usb dai tavoli di trattativa. Il primo passo verso una gestione autoritaria delle relazioni sindacali?

Venerdì  10 Febbraio 2017,  presso l’unione industriale di Pisa, si svolgerà un incontro sindacale ufficiale convocato dalla Piaggio per discutere dell’applicazione dell’accordo sugli ammortizzatori sociali e sulla procedura di mobilità

Città

Traffico, mobilità e parcheggi: la nostra intervista al sindaco

In queste settimane abbiamo scritto due editoriali (uno il 9 e l’altro il 18 febbraio) che pongono forti dubbi sulle decisioni prese dall’assessore alla mobilità circa gli stalli blu di

Città

“Le minacce di Ato su Aamps sono ridicole. Il Comune smetta di subirle”

Continuano le minacce dell’ATO Rifiuti contro la città di Livorno, per costringere il Consiglio Comunale democraticamente eletto a conferire Aamps in una mega-società privatizzata, chiamata Retiambiente, che progetta di incenerire