BL: “Per un’accoglienza diffusa e responsabile dei richiedenti asilo. Proposte per Livorno”

romboli piazza garibaldiOggi, mercoledì 15 febbraio, presso p.zza Garibaldi, è stata tenuta una conferenza stampa per presentare le proposte per l’accoglienza ai richiedenti asilo a Livorno.

BuongiornoLivorno, attraverso il Gruppo Sociale che in questi mesi ha studiato e approfondito l’accoglienza dei richiedenti asilo in Italia e a Livorno, offre alcune proposte per una inversione di rotta a partire dal proprio territorio.
L’attuale modello di accoglienza è sbagliato e strutturato secondo un principio verticistico che dipende dal Ministero dell’Interno: si prevede, nella pratica, una gestione da parte delle Prefetture che calano sui territori le quote di rifugiati senza alcuna interazione con gli Enti Locali e le comunità, consolidando l’approccio repentino emergenziale.

A Livorno al gennaio 2017 siamo arrivati a circa 700 persone accolte prevalentemente secondo le modalità prima indicate, spalmate sui 20 spazi a disposizione e per lo più “congelate” in attesa che la lenta macchina burocratica proceda nell’accogliere o rigettare le richieste di permesso e di asilo politico, considerati corpi estranei dal resto della popolazione, spesso alimentata dalla disinformazione e dalle ostilità provocate da una precarietà sociale dilagante. Che ci piaccia o no non dobbiamo sorprenderci se la maggior parte dei nostri concittadini fatica a convivere con queste nuove presenze catapultate qui e di cui si ignorano le biografie e le identità.

Le proposte elaborate dal Gruppo Sociale di Buongiorno e che sono state presentate durante la conferenza stampa intendono praticare un modello alternativo a cominciare dal nostro territorio, contribuendo all’accoglienza diffusa e riducendo distanze e separazioni al momento dominanti.

Gruppo Sociale Buongiorno Livorno

16 febbraio 2017

Scarica il documento “Per un’accoglienza diffusa e responsabile dei richiedenti asilo. Proposte per Livorno” (PDF)

Previous Lama non l’ama ancora nessuno
Next Lipu: "Distrutta l'oasi urbana di via Goito"

You might also like

Interventi

BL: “Rigassificatore a Livorno. Tra fallimenti, rilanci e preoccupazioni”

Per uno strano caso del destino il 18 ottobre 2016, proprio mentre a Livorno si svolgeva il workshop sull’uso del Gnl nei trasporti marittimi, nel porto fluviale di Ludwigshafen, nel

Interventi

Asia-Usb, presidio permanente in p.zza Grande: “Ogni settimana 10 famiglie finiscono per strada a causa di uno sfratto”

Ogni settimana, a Livorno, 10 famiglie finiscono per strada a causa di uno sfratto. Sono questi i numeri indicativi dell’emergenza abitativa nella nostra città. Agli sfratti si devono aggiungere i

Livorno

18 febbraio a Livorno: manifestazione contro il governo

Contro il nuovo governo contro le solite politiche di sfruttamento scendiamo in strada! CORTEO A LIVORNO SABATO 18 FEBBRAIO ORE 15 DAVANTI ALLA PREFETTURA (Piazza Unità d’Italia) Disoccupazione, licenziamenti, precarietà, emergenza abitativa, un generale