BL: “Per un’accoglienza diffusa e responsabile dei richiedenti asilo. Proposte per Livorno”

romboli piazza garibaldiOggi, mercoledì 15 febbraio, presso p.zza Garibaldi, è stata tenuta una conferenza stampa per presentare le proposte per l’accoglienza ai richiedenti asilo a Livorno.

BuongiornoLivorno, attraverso il Gruppo Sociale che in questi mesi ha studiato e approfondito l’accoglienza dei richiedenti asilo in Italia e a Livorno, offre alcune proposte per una inversione di rotta a partire dal proprio territorio.
L’attuale modello di accoglienza è sbagliato e strutturato secondo un principio verticistico che dipende dal Ministero dell’Interno: si prevede, nella pratica, una gestione da parte delle Prefetture che calano sui territori le quote di rifugiati senza alcuna interazione con gli Enti Locali e le comunità, consolidando l’approccio repentino emergenziale.

A Livorno al gennaio 2017 siamo arrivati a circa 700 persone accolte prevalentemente secondo le modalità prima indicate, spalmate sui 20 spazi a disposizione e per lo più “congelate” in attesa che la lenta macchina burocratica proceda nell’accogliere o rigettare le richieste di permesso e di asilo politico, considerati corpi estranei dal resto della popolazione, spesso alimentata dalla disinformazione e dalle ostilità provocate da una precarietà sociale dilagante. Che ci piaccia o no non dobbiamo sorprenderci se la maggior parte dei nostri concittadini fatica a convivere con queste nuove presenze catapultate qui e di cui si ignorano le biografie e le identità.

Le proposte elaborate dal Gruppo Sociale di Buongiorno e che sono state presentate durante la conferenza stampa intendono praticare un modello alternativo a cominciare dal nostro territorio, contribuendo all’accoglienza diffusa e riducendo distanze e separazioni al momento dominanti.

Gruppo Sociale Buongiorno Livorno

16 febbraio 2017

Scarica il documento “Per un’accoglienza diffusa e responsabile dei richiedenti asilo. Proposte per Livorno” (PDF)

Previous Lama non l’ama ancora nessuno
Next Lipu: "Distrutta l'oasi urbana di via Goito"

You might also like

Città

Si accorciano le distanze, Usb resta al tavolo con Unicoop Tirreno

tratto da usb Firenze – mercoledì, 01 febbraio 2017 L’Unione Sindacale di Base ha affrontato oggi (1 febbraio 2017) il secondo incontro, conclusosi a tarda serata, con Unicoop Tirreno. Sul

Interventi

BL: “Le privatizzazioni faranno male alla città”

Il dilemma populista se offrire una vita rilassata al cittadino, con assistenza su ogni fronte delle esigenze personali, oppure la giostra della competizione che redistribuisca ricchezza e possibilità, affermando il

Interventi

Livorno: “Sospesa dal lavoro per un like su Facebook”

Dalla pagina di Usb la denuncia di un provvedimento contro una lavoratrice “Qualche settimana fa alcuni iscritti e militanti USB effettuarono un semplice volantinaggio davanti al ristorante Porca Vacca di