Ci ha lasciato Giacomo Bazzi. Amico e compagno sincero

L'ultimo saluto a Giacomo sarà lunedì mattina alle ore 10 alla Camera Mortuaria

Ciao Giacomo. Ti vogliamo ricordare così, arrampicato su ogni muretto di Livorno con la tua macchina fotografica a riprendere e fotografare ogni momento di ogni manifestazione, evento o appuntamento pubblico della città. Perché un pezzettino di Senza Soste è anche tuo. Quando dopo il G8 di Genova molti di noi si avvicinarono alla militanza politica ed al cosiddetto mediattivismo, fra di noi si diceva che te eri il vero e unico mediattivista livornese. Noi non riuscivamo a tenere i tuoi ritmi: foto, interviste, creazione ed aggiornamento di siti, allestimento di aule multimediali nei posti occupati e al sindacato. Hai fatto centinaia di cose belle e utili e noi ogni volta che bucavamo una notizia o non riuscivamo ad essere a un corteo si sapeva che tanto Giacomo una foto ce l’aveva e che sul suo sito si sarebbe trovato il comunicato. Si dice sempre che chi ha compagni non muore mai. Da oggi ogni foto, ogni articolo e ogni video sarà anche nel tuo ricordo e nel tuo esempio.

 La Redazione di Senza Soste – 27 gennaio 2018
***

Ciao Giacomo. E’ stata dura sapere che avevi quella brutta malattia, e ancora più dura vedere che non ti lasciava scampo. Fino ad oggi che ci hai lasciati nel dolore e nel rimpianto di non poterti vedere più. Quello che abbiamo passato insieme, però, niente lo può cancellare: le lotte in piazza, i tendoni improvvisati, le feste e i presidi ovunque, dove tu eri sempre parte attiva perchè, se c’era un problema, veniva Giacomo a sistemarlo. Poi vederti in ogni situazione, pronto con la macchina fotografica a riprendere momenti decisivi delle lotte, era un piacere e un conforto, perchè sapevi sempre che anche qui sarebbe arrivato Giacomo, e niente sarebbe andato perduto.
Ci mancherai, ci mancherai moltissimo: come compagno di strada, come militante e come attivista, ma più ancora ci mancherai come amico, perchè alle tue doti di personaggio politico e pubblico hai sempre saputo affiancare qualità umane che ti rendevano una persona rara. La terra ti sia lieve, caro amico. Noi non ti dimenticheremo mai.

COMITATO CONTRO IL RIGASSIFICATORE

***

Ciao Giacomo Compagno di 1000 battaglie!

Una vita intera al servizio del Popolo, sempre presente in ogni occasione, ad ogni iniziativa che creasse conflitto per dar voce e visibilità ai più deboli. Abbiamo sempre apprezzato il tuo spirito critico e costruttivo, la tua voglia di dire sempre la tua, il tuo essere te stesso. Con la tua macchina fotografica e il tuo blog sei stato un punto di riferimento per tutti coloro che in questi anni hanno provato a non piegarsi al declino politico e culturale della nostra città. Noi non ci fermeremo sicuri che vivrai nelle lotte che le nuove generazioni porteranno avanti!

Potere al Popolo Livorno

***

Addio compagno Giacomo. Sei stato sempre presente: nelle lotte, nelle manifestazioni e nei cortei, ai banchini e ai volantinaggi, ai congressi, in ogni iniziativa politica. Con la tua macchina fotografica hai documentato decenni di lotte politiche e sociali della nostra città, con la tua militanza orgogliosamente comunista, orgogliosamente di Rifondazione, con la tua testardaggine e altruismo hai mostrato a tutta Livorno che forza può avere la convinzione che insieme si può costruire un mondo più giusto, libero dallo sfruttamento.
La terra ti sia lieve compagno, hasta la victoria siempre!
Rifondazione Comunista Livorno
***
Giacomo lo chiamavo un giorno si, un giorno si, abbiamo lavorato dai primi anni 90 alla costruzione di Rifondazione era iscritto al circolo Centro. Ci dava una mano all’Unione Inquilini quando il pc si inceppava, si precipitava con la sua borsina piena di cd pronti all’uso. Ha fondato i Cobas che all’inizio avevano la sede vicino alla nostra in Via Pieroni, si batteva con grinta per i suoi compagni di lavoro alla TRW molte volte inascoltato. Una volta in pensione era presente con la videocamera e i suoi blog in ogni lotta sociale e politica della città.
Dopo l’incidente sul ponte della fortezza vecchia, la malattia si è fatta sentire inesorabile, le “cure” lo lasciavano esausto e provato, ma Giacomo continuava a “girare” le iniziative dei compagni e le compagne non solo livornesi. L’ultima volta che l’ho visto era seduto vicino a noi nella sala della circoscrizione di Scali Finocchietti per Potere al Popolo, respirava malissimo speravo che anche stavolta ce l’avrebbe fatta. Non è stato così. Meno di settimana fa i familiari ci hanno dato la brutta notizia che non passava la nottata, il cuore forte e generoso di Giacomo lo ha tenuto in vita fino a oggi. Mi mancherà un amico, un compagno un pò rompiballe ma insostituibile. Ciao Giacomo.Abbracciamo i suoi cari Paolo e Daria. Condoglianze dall’Unione InquiliniUNIONE INQUILINIPAOLO GANGEMI DARIA FAGGI
***

La segreteria provinciale della C. I. B Unicobas esprime cordoglio per la scomparsa di Giacomo Bazzi, attivista politico generoso e sincero, spesso presente nei tanti momenti di mobilitazione cittadina, che aveva cura di documentare con puntualità. Ai familiari, alle compagne e ai compagni di Rifondazione comunista vanno le nostre condoglianze.

Claudio Galatolo, Patrizia Nesti

C.I.B. UNICOBAS

***
E’ arrivata quella telefonata che nessuno di noi avrebbe voluto ricevere, ma sapevamo che purtroppo mancava poco. Il Compagno Giacomo Bazzi ci ha lasciato nella tarda mattinata di oggi. Sinistra Italiana Livorno è vicina alla sua famiglia e ai compagni e alle compagne di Rifondazione Comunista – Livorno Giacomo era un bravo compagno, ed era innamorato di questa città. Sono state molte le battaglie condivise e portate avanti insieme e lui è stato uno dei motori più forti nel trascinare quell’idea di uguaglianza e di fiducia che ci ha permesso di portare un risultato straordinario durante la campagna referendaria in difesa della Costituzione.
Abbiamo consumato la suola delle scarpe insieme in ore e ore di volantinaggi e banchetti dove lui, già provato dalla malattia non ha mai mostrato la pena che già lo appesantiva.
Di Giacomo ci restano i suoi sorrisi e le sue magnifiche foto. La storia di questa città sarà più facile da tramandare grazie al suo lavoro.
Lo abbracciamo tutti nel suo ultimo viaggio.
Simona Ghinassi Coordinatrice Sinistra Italiana – Federazione di Livorno – / Liberi e Uguali
Andrea Cionini – Coordinatore Circolo Territoriale SI Livorno – Collesalvetti / Liberi e Uguali
Previous È uscito Senza Soste n. 129, ultima uscita del giornale cartaceo
Next “The Thread That Keep Us”: la musica dei Calexico contro i muri di Trump

You might also like

Città

Alluvione a Livorno. I comunicati

Alluvione: responsabilità e difesa del territorio L’alluvione del 10 settembre è stata una tragedia enorme e mai vista a Livorno, senza precedenti, almeno in epoca moderna. Nonostante la Toscana sia

Dintorni

Il diniego della Regione su Scapigliato mette a nudo il fallimento delle politiche comunali

Tra i fumi natalizi, Franchi e Donati, tra gli interventi stampa del 24 e il consiglio comunale del 28 dicembre confermano il fallimento delle politiche comunali da 35 anni a

Interventi

Inagibile anche la palazzina dell’Ex Godzilla

In seguito all’alluvione che si è abbattuta su Livorno tra sabato 9 e domenica 10, la storica palazzina di via dei Mulini, un tempo sede del CSOA Godzilla, e oggi