Comunicato Cobas sulle denunce in seguito ai fatti di Effetto Venezia

La prima sera dell’edizione di Effetto Venezia 2018 ben due reparti della Celere erano intervenuti per togliere uno striscione che riportava la scritta “EFFETTO PD-LEGA-5 STELLE, 11 AGGRESSIONI IN 50 GIORNI: IL VOSTRO RAZZISMO È EMERGENZA. IL VERO CAMBIAMENTO: CASA LAVORO REDDITO PER TUTTI. LEGA FUORILEGGE.” Alla comprensibile contrarietà dei presenti erano partite le cariche, provocando molti feriti.
Già allora avevamo espresso indignazione per questa palese e gratuita repressione del dissenso e della libertà di espressione.
Oggi, nell’apprendere che le indagini preliminari relative a quei fatti si sono concluse con un procedimento a carico di 10 persone, non possiamo che ribadire la nostra solidarietà al Teatro Officina Refugio, a coloro che quella sera hanno subito l’aggressività della Celere e che ne stanno scontando ora le conseguenze, e a tutte le persone che si sono sentite e che ancora si sentono limitate nelle loro libertà a causa di episodi come questo.
Con un vicepremier che parla di ruspe e che è il primo esponente di un partito condannato per truffa, si cerca di tappare la bocca a chi non ha scritto altro che la verità. Vergogna.
E’ stata convocata per oggi, 17 novembre, una conferenza stampa.

Cobas Livorno

Sede
V.le Ippolito Nievo 28
Livorno

Previous Lo spread sul filo del rasoio tra mito e realtà
Next I migliori dischi del 2018: uno scontro generazionale ed è giusto che sia così

You might also like

La vostra voce

UI: “La situazione casa a Livorno”

La situazione casa è del tutto fuori controllo e se è vero che i problemi vengono da lontano (nel 2009 è iniziato il diluvio di licenziamenti senza welfare e i

La vostra voce

BL: “L’Europa tradita, sessant’anni dopo”

Sessant’anni fa, il 25 marzo 1957 a Roma, sono state gettate le basi dell’Europa così come la conosciamo oggi. I trattati di Roma sono stati fondamentali per la realizzazione e

La vostra voce

Lettera del Comitato per la Sanità pubblica di Cecina al sindaco

L’assemblea riunita in data 21 ottobre 2016 a cura del Comitato per la Sanità pubblica di Cecina, sulla base dello studio epidemiologico presentato dal dottor Claudio Marabotti e realizzato con