FIOM: “Azimut Benetti di Viareggio, sviluppi preoccupanti”

Il comunicato di allarme della Fiom di Lucca e provincia

Abbiamo appreso dell’ “uscita” del direttore industriale dello stabilimento di Livorno che si va a sommare alle “uscite” a Viareggio del direttore commerciale, del direttore addetto alla post vendita, del coordinatore dei project managers e del destino incerto dell’attuale direttore del personale. E’ un’azienda in rilancio?
Ci risulta essere in corso, da parte di una società specializzata, la redazione di un piano di riorganizzazione, ma ci chiediamo: come si pensa di riorganizzare se ancora prima di aver conosciuto i contenuti del progetto, si accompagnano all’uscita le figure che fino ad oggi hanno fatto funzionare l’azienda?
Tra l’altro non più tardi di qualche giorno fa, sulla stampa è emerso come il 2016 sia stato l’ennesimo anno dei record. Cosa c’è allora che non va, tanto da scatenare un terremoto nel gruppo dirigente?
La situazione dal nostro punto di vista appare quindi preoccupante, in vista del prossimo settembre quando, secondo gli impegni assunti dalla direzione, ci sarà illustrato il progetto del nuovo modello organizzativo aziendale.
Vogliamo però chiarire da subito che riterremo inaccettabile qualsiasi ridimensionamento della sede di Viareggio, sia in termine di direzione sia in termine di funzioni organizzative o produttive.
Viareggio per Azimut Benetti è il luogo dove da sempre nascono i progetti e si sviluppano le costruzioni delle migliori imbarcazioni da diporto del mondo, nessuno capirebbe il motivo di un suo ridimensionamento anche produttivo per il suo marchio leader, che ha ritrovato una sua centralità dentro Nautica Italiana e con il Versilia Yachting Rendez Vous, evento confermato per il 2018 proprio pochi giorni fa.
Chiediamo quindi anche alle istituzioni, parte integrante del sistema Viareggio, di tenere sotto osservazione gli sviluppi della situazione che ci preoccupa e ci allarma.
Per questo, anche se il momento per i più è quello delle vacanze, abbiamo inviato una richiesta di incontro urgente, per cercare di chiarire cosa sta accadendo.
Nicola Riva – Fiom Versilia
Previous 10 agosto 2007 - 10 anni fa la tragedia dei 4 bambini Rom: l’incendio di Pian di Rota e la politica dei roghi
Next 10 agosto 1944: I quindici di piazzale Loreto

You might also like

Città

Piazza San Marco, situazione di stallo. Il comunicato della Brigata Bartelloni

Lo scorso anno, come è ormai ultranoto nel quartiere ma anche in città, siamo intervenuti dal basso su Piazza undici maggio per ridare vivibilità a questo spazio pubblico, a lungo

Città

BL: “Emergenza sociale a Livorno: serve cambiare l’assessore”

Disoccupazione, emergenza abitativa, difficoltà a sopravvivere dignitosamente: la povertà a Livorno si fa sentire come nel resto del paese, anzi di più. Sono indispensabili politiche locali innovative e alternative all’austerità

Città

Cgil D&L: “Unicoop Tirreno, una vertenza su cui accendere i riflettori”

La vicenda prende il via da un annuncio shock  dei vertici della cooperativa che dichiara 481 esuberi, numero che tocca le 600 unità  considerato l’alta percentuale di lavoro par-time. Numeri