Fiom-Uilm Viareggio: “Azimut Benetti, basta coi trasferimenti da Viareggio a Livorno”

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato congiunto di Fiom, Uilm e Rsu dei cantieri Benetti di Viareggio. Un griso d'allarme sulla scelta di trasferire alcuni settori da Viareggio a Livorno

Dopo l’intesa di dicembre 2017 sul trasferimento del solo ufficio marketing da Viareggio a Livorno, l’azienda ieri – 23 gennaio – è tornata alla carica: ora tocca all’amministrazione, un ufficio che ha sei dipendenti donne.

Bisogna fermare lo stillicidio dei trasferimenti, preludio allo spin off societario di Azimut da Benetti e dello spostamento anche della sede legale. A poco servono gli annunci, i problemi organizzativi nel top management non si possono risolvere con operazioni distorte dall’esito fallimentare, il cui prezzo viene fatto pagare alle lavoratrici e al territorio.

Lo spostamento delle funzioni vitali dell’azienda rappresenta nei fatti l’indebolimento della struttura viareggina e allontana il rapporto della catena dei fornitori dalla città, oltre ad essere l’evidenza del ridimensionamento di Benetti a Viareggio.

Devono essere chiarite le prospettive industriali in termini produttivi e di sviluppo, bisogna garantire per Viareggio l’autonomia funzionale di Benetti, salvaguardando tutte le sue funzioni strategiche, tecniche, amministrative, commerciali, acquisti, ecc… rinunciando ai trasferimenti annunciati.

Serve un accordo di garanzia dove le istituzioni facciano la propria parte ponendo l’azienda di fronte alle proprie responsabilità sociali.

Rsu Azimut Benetti Viareggio – Fiom e Uilm prov. Lucca

24 gennaio 2018

Previous La scelta infame di Alberto Bagnai e la paralisi economica delle sinistre
Next MD: "Solvay Chimica Italia Spa intende raddoppiare il trattamento dei rifiuti tossici, nel silenzio generale"

You might also like

Interventi

BL: “Esselunga: un’eredità del passato”

L’urbanistica a Livorno si muove ancora tra varianti ed ipermercati. Il PD ha segnato la tragica storia degli ultimi anni e chi oggi siede in consiglio non accenna, a riguardo,

Interventi

BL: “Rigassificatore a Livorno. Tra fallimenti, rilanci e preoccupazioni”

Per uno strano caso del destino il 18 ottobre 2016, proprio mentre a Livorno si svolgeva il workshop sull’uso del Gnl nei trasporti marittimi, nel porto fluviale di Ludwigshafen, nel

Città

Ottanta volte Palio

Domenica 2 luglio si conclude la Stagione Remiera livornese, con la disputa del Palio Marinaro. Si tratta dell’edizione numero 80 del principale appuntamento agonistico, che viene dopo la massacrante Risi’atori