Inagibile anche la palazzina dell’Ex Godzilla

Il comunicato dei collettivi e dei gruppi che hanno sede e fanno attività nella palazzina di via dei Mulini a Livorno

In seguito all’alluvione che si è abbattuta su Livorno tra sabato 9 e domenica 10, la storica palazzina di via dei Mulini, un tempo sede del CSOA Godzilla, e oggi sede dei collettivi Centro Politico 1921, POLPETTA Ristor_Orto Autogestito Veg & Freegan (mensa popolare Polpetta) e ragazzi della curva nord, è stata dichiarata inagibile dai Vigili del Fuoco per il pericolo di infiltrazioni dal soffitto in seguito a un parziale crollo del tetto che potrebbe coinvolgere anche i piani sottostanti. La palazzina di Via dei Mulini 27/29 è sempre stata un luogo di aggregazione, che ha visto nascere numerosi collettivi politici e sociali che sono stati protagonisti di molte lotte a sostegno dei più deboli.

All’interno della palazzina aveva la sede anche la redazione di Senza Soste e il suo archivio, mentre alla mensa popolare Polpetta avvenivano le riunioni del Coordinamento Lavoratori Lavoratrici Livornesi.
Ad oggi tutti i membri di questi collettivi sono stati impegnati in prima linea nell’emergenza alluvione insieme alle Brigate di Solidarietà Attiva. Certamente però questa situazione deve ricevere attenzione, in primis da parte della disastrata proprietà dell’immobile: la SPIL (Società Porto Industriale Livorno). Il pericolo di un crollo riguarda certamente tutti i collettivi, ma anche i residenti e i passanti di via dei Mulini.

Siamo disponibili ad ascoltare le azioni che vorrà intraprendere la proprietà, ed eventualmente a trovare una soluzione condivisa. Per adesso le emergenze continuano purtroppo ad essere altre, riguardanti le persone, ma è una situazione che vogliamo sottolineare perché oltre a riguardare i nostri collettivi e le persone che quotidianamente aiutiamo e coinvolgiamo, riguarda anche gli abitanti del quartiere e la loro incolumità.

Centro Politico 1921 
Polpetta- Mensa Popolare Autogestita 
19Ł15

16 settembre 2017

Le foto dei danni

In seguito all'alluvione che si è abbattuta su Livorno tra sabato 9 e domenica 10, la storica palazzina di via dei…

Pubblicato da Ilio Dario Barontini su Sabato 16 settembre 2017

Previous L’Inferno del miracolo tedesco. Il modello a cui si ispira Emmanuel Macron
Next Fondi post-alluvione, Darsena Europa, patti territoriali: Enrico Rossi vicerè di Livorno senza aver preso un voto

You might also like

Dintorni

Rigassificatore Edison: il gioco di prestigio Edison-Solvay

A Rosignano nessuno molla mai…e Solvay non l’ha mai fatto in un secolo, per quanto le cronache riportino è giunta sempre a vantaggiosi compromessi, anche nel patteggiamento con la procura. 

Città

Darsena Europa? Meglio tardi che mai. Ma ci sono responsabilità nei ritardi

Poco più di un anno è trascorso da quel 26 Maggio 2016 in cui, nell’imbarazzo generale, il sindaco di Livorno, Filippo Nogarin fece risuonare nella sala Ferretti della fortezza Vecchia

Città

Livorno area di crisi complessa: l’analisi dell’osservatorio su cosa è stato fatto fino ad oggi

Osservatorio: “Serve un cambio di rotta nell’area di crisi complessa livornese” Abbiamo analizzato gli effetti dei progetti per l’area di crisi complessa di Livorno ed il quadro che ne emerge