Livorno, adottato il Piano Strutturale: nuovo ospedale ma non solo

Il piano strutturale di Livorno è stato adottato. Ecco cosa prevede da nord a sud della città

Lo scorso 26 luglio è stato adottato dal Consiglio Comunale il nuovo Piano Strutturale della città di Livorno. Cos’è un Piano Strutturale? Il Piano Strutturale è lo “strumento della pianificazione territoriale” di competenza comunale valido a tempo indeterminato, vale  dire che è il documento dove è scritto dove potranno sorgere attività produttive e quali, dove invece servizi, dove si potrà costruire abitazioni o servizi turistici. Questa la pagina del Comune di Livorno: http://maps1.ldpgis.it/livornosit/?q=ps2

Ma cosa dice il Piano Strutturale livornese partorito dalla amministrazione a 5 stelle? Intanto che l’ospedale non si fa più a Montenero ma che si dovrà fare alla Ex Pirelli accanto all’attuale. In questi giorni, finalmente e con ritardo, Livorno è uscita dal vecchio accordo con la Regione e ora, finalmente, potrà rinegoziare un altro accordo per il nuovo ospedale con la Regione.

Qui l’annuncio di Filippo Nogarin Sindaco di Livorno
https://www.facebook.com/nogarin.pubblica/videos/vb.688482937875036/1859667154089936/?type=2&theater

Qui invece la critica di Buongiorno Livorno ai ritardi di questi anni. Ricordiamo che l’assessora alla sanità, che di sanità si era occupata veramente poco, è stata silurata dal sindaco pochi mesi fa.
https://buongiornolivorno.it/2018/08/02/ospedale-quattranni-e-sembra-ieri/

Per quanto riguarda il Piano Strutturale i punti principali si possono riassumere così:

– A nord della città le cosiddette aree di rigenerazione (Forte San Pietro, San Marco, Zona Garibaldi e via Firenze) cioè aree da rivalorizzare con vari progetti come un polo fieristico o un polo o un polo di ricerca come era stato in passato localizzato in zona TRW. Questo tipo di progetti ora invece dovrebbero essere fatti a Forte San Pietro (quartiere Venezia, zona ex macelli-rivellino). Si aggiunge poi anche l’ipotesi di un crossodromo o un autodromo. In queste zone si concentra anche la maggior parte delle edificazioni. A sud della città invece la concentrazione di servizi turistici.
– La famigerata variante di Puntone del Vallino (zona Cisternino) di epoca Cosimi è stata cassata. Quei territori dove dovevano sorgere attività legate alle nocività, torneranno ad essere dedicate all’agricoltura.
– Nuovo Ospedale alla Ex Pirelli e zona Gymnasium per i parcheggi

Fra le ricorrenti critiche a questo Piano Strutturale possiamo riassumerne due. La prima abbastanza diffusa sia dai partiti di opposizione che dalle associazioni di categoria, é il fatto che non ci sia stato tempo per fare le dovute osservazioni oltre alla mancanza di un vero percorso partecipato. L’amministrazione si è giustificata dicendo che i contenuti del piano sono talmente delicati che non potevano essere svelati compiutamente per non far venire appetiti speculativi da parte di qualcuno. La seconda, invece è quella che arriva per voce del Pd, in questo caso Jari de Filicaia, che ha dichiarato che nel piano ci sono molte parti riciclate da vecchie idee della scorsa amministrazione.

Per farsi un’idea del giudizio al piano strutturale vi indichiamo due interventi.

Il primo che esprime una valutazione positiva del Piano da parte di Edoardo Conan Marchetti, uscito dal Movimento 5 Stelle per discordanze con il movimento a livello nazionale ma tutt’ora nella maggioranza che sostiene Nogarin
https://www.facebook.com/edoardo.c.marchetti/posts/10155846611806701

Il secondo da parte del gruppo consiliare Livorno Libera composto da coloro che sono stati eletti nelle fila dei 5 Stelle ma che ora non fanno più parte della maggioranza.
https://www.facebook.com/permalink.php?story_fbid=1765450636908660&id=880624255391307

redazione, 2 agosto 2018

Previous Effetto Governo: la polizia carica sugli scali del Refugio per rimuovere uno striscione contro la Lega
Next Il 16 agosto vado a sentire Carl Brave x Franco126, il nuovo neorealismo musicale

You might also like

Interventi

Ex Caserma: “Solidarietà agli studenti bolognesi”

Dopo i fatti avvenuti a Bologna riguardanti la biblioteca di Via Zamboni n 36 e in seguito alle violente cariche della polizia nei confronti di studenti, oggi più che mai

Interventi

Alcune riflessioni sull’alluvione a Livorno

Alluvione! Riflettiamo sulle vere cause per evitare che si ripeta Dopo la sorpresa – in molti pensavano che Livorno si trovasse in un’isola felice e totalmente al riparo da simili

Città

Forum Acqua: “Un piccolo passo in avanti per le tariffe. Ancora lontani dalla ripubblicizzazione. E i sindaci Pd remano al contrario”

Il 20 settembre l’Assemblea dei Sindaci del territorio gestito da ASA, grazie alla proposta dei Sindaci di Livorno, Suvereto e Volterra ha approvato un aumento delle tariffe decisamente più contenuto: