No agli spazi pubblici ai fascisti. L’appello dell’Anpi ai comuni della provincia di Livorno

Il 9 gennaio abbiamo inviato, ai Presidenti dei Consigli Comunali della Provincia di Livorno, ed ai Sindaci una richiesta di incontro per proporre ordini del giorno che vietassero la concessione di spazzi pubblici ad organizzazioni, associazioni od altro che facciano esplicito richiamo ad atteggiamenti e comportamenti di stampo fascista, razzista, xenofobo, omofobo.

 Le Amministrazioni da noi contattate sono: Livorno, Piombino, Rosignano Marittimo, Cecina, Collesalvetti, Campiglia Marittima, Castagneto Carducci, San Vincenzo, Bibbona, Suvereto, Sassetta.

Successivamente il 12 gennaio abbiamo fatto la stessa richiesta a tre Comuni della Provincia di Pisa: Castellina Marittima, Guardistallo, Montescudaio.

Ad oggi il Consiglio comunale di Livorno, il 14 di febbraio, ha approvato all’unanimità un ordine del giorno che impegna il Sindaco e la Giunta a modificare il regolamento delle concessioni del suolo pubblico sulla base degli orientamenti da noi richiesti. Altri due Consigli comunali hanno risposto e preso impegni, e sono: Rosignano Marittimo, Castagneto Carducci. Per ora non sono state fissate date dei Consigli per la messa in discussione della mozione.

Siamo nuovamente a sollecitare una risposta da tutti gli altri interlocutori, quella che sia, perché il fascismo, il razzismo, la xenofobia l’omofobia, si sconfiggono anche con i piccoli atti che possono apparire insignificanti, ma che, a parer nostro sono elemento di confronto e maturazione culturale di una collettività.

Aspettiamo fiduciosi.

 ANPI

Comitato Provinciale Livorno

Previous Livorno, una giornata medievale. Con Salvini anche il bus dei "No Gender". Le proteste
Next Alp chiede pignoramento beni portuali. Effetto domino?

You might also like

Interventi

Alluvione e responsabilità dell’urbanistica: il dossier LIPU

Scarica il dossier della LIPU Di certo i cambiamenti climatici, innescati da un modello di sviluppo non sostenibile, stanno provocando precipitazioni concentrate e intense, come quella che si è verificata

Interventi

Inagibile anche la palazzina dell’Ex Godzilla

In seguito all’alluvione che si è abbattuta su Livorno tra sabato 9 e domenica 10, la storica palazzina di via dei Mulini, un tempo sede del CSOA Godzilla, e oggi

Città

Coord. Rifiuti Zero: “Aamps e usura, qualcuno indaga?”

In merito agli approfondimenti pubblicati dalla Nazione sulle ipotesi di anatocismo e usura che potrebbero aver danneggiato Aamps , il nostro Coordinamento vorrebbe formulare pubblicamente alcune domande al Comune e