Pizzo nelle occupazioni abitative. La posizione di Asia-Usb

asia-denuncia-picchettoDopo l’uscita del nostro articolo sulla situazione del palazzo del Picchetto, di seguito il commento del sindacato inquilini Asia-Usb.

Come sindacato inquilini Asia-USB, sosteniamo attivamente da tempo alcune occupazioni abitative nella nostra città. Sono circa 450 le persone ( Italiane e straniere) che vivono all’interno delle stesse. All’interno di questi immobili le stesse famiglie si sono date delle semplici regole di convivenza e di organizzazione, partecipano attivamente all’attività sindacale e politica e MAI nessuna di esse, né tantomeno il sindacato, ha mai chiesto un contributo economico. La nostra buona fede e coerenza è dimostrata dal fatto che siamo stati i PRIMI nella nostra città a denunciare pubblicamente la pratica del “pizzo” all’interno delle occupazioni organizzando addirittura un presidio di fronte al palazzo del picchetto. In quell’occasione alcuni sedicenti amministratori scesero dal palazzo accusandoci di dire falsità e portando come prove, a loro favore, un presunto scambio di informazioni con la DIGOS di Livorno che era a conoscenza delle generalità di ogni singolo occupante prima ancora di essere “accolto” dentro l’immobile occupato.
A seguito di quella denuncia una famiglia ha registrato un video con una telecamera nascosta e ha deciso di consegnarla alla redazione di Senza Soste. Un video dove si vede chiaramente che un personaggio, non meglio identificato, pretendere dei soldi per una stanza.
Invitiamo tutti gli organi di stampa a non coinvolgere, all’interno del caso mediatico scaturito dal suddetto video, il nostro sindacato e il movimento diritto alla casa, che da sempre sostengono le occupazioni abitative in città e continueranno a farlo. Sono migliaia, purtroppo, le famiglie che rischiano di perdere la propria casa senza che sia proposta nessuna soluzione alternativa. Occupare un alloggio abbandonato e non assegnabile è un atto legittimo e sacrosanto.

A proposito di ciò vogliamo ricordare che in tutta questa situazione l’unico soggetto veramente sotto attacco sono e restano le famiglie in difficoltà economica. Nel caso del palazzo del picchetto anche costrette a pagare un “pizzo” per non perdere l’unica ancora di salvezza rimasta. Qualsiasi cosa succeda le famiglie andranno assolutamente tutelate.

Asia-Usb Livorno
Le occupazioni sostenute dal sindacato:

Ex Asl Via Ernesto Rossi
Ex Asl Via Degli Asili
Ex Cecupo Via deli Asili
Palazzo della Cigna
Ex Enel ( Palazzo Maurogordato) Scali D’Azeglio
Ex Circoscrizione 1
Ex Circoscrizione 3
Palazzo ex cassa di Risparmi Via Borra
Ex stazione Via Firenze
Ex deposito ATL

15 aprile 2017

 

Previous Bassa Val di Cecina e Val di Cornia: dove la salute non è un diritto!
Next Erdogan “vince” il referendum, ma ha metà Turchia contro

You might also like

Livorno

Moby Prince, 5 super-perizie (anche sull’ipotesi bomba) per ricostruire tutto. La Nato: “Nessun tracciato satellitare”

Diego Pretini – tratto da http://www.ilfattoquotidiano.it Le condizioni delle navi prima dell’incidente. La dinamica che ha portato alla collisione. La ricostruzione dell’incendio. I tempi di sopravvivenza delle 140 vittime. E, su

Interventi

Usb: “Un’ingiustizia lo spostamento degli ambulanti di Piazza Garibaldi”. Sabato manifestazione

Da alcuni giorni la quasi totalità dei cosiddetti spuntisti di Piazza Garibaldi e anche alcuni titolari di licenza hanno deciso di aderire alla nostra organizzazione sindacale. Questa mattina abbiamo avuto

Interventi

Fermiamo la strage. A Livorno il convegno di USB sulla sicurezza nei porti

usbLo scorso 28 marzo Nunzio e Lorenzo, due operai della Labromare vengono colpiti dall’esplosione di una cisterna contenente acetato di etile all’interno del deposito Costiero Neri. Entrambi perderanno la vita.