Rassegna cinematografica: “Storie di rifugiati”

locandinawelcomeComincia stasera, venerdì 13 gennaio, una nuova Rassegna Cinematografica dell’Associazione Don Nesi Corea, che ogni mese, dal 2003, organizza questo ormai storico cineforum. Una Rassegna dal titolo STORIE DI RIFUGIATI, Film, racconti e testimonianze dirette dei richiedenti asilo e di chi gestisce l’accoglienza, organizzata e promossa in collaborazione con Arci Solidarietà Livorno.  Per la prima volta una rassegna dell’Associazione don Nesi/Corea nonsi svolgerà nei conseuti locali della propria sede in Corea, ma, al fine di favorire la partecipazione dei rifugiati (che parteciperanno attivamente, raccontandosi) e di avvicinare il tema alla città e alla maggior parte dei luoghi di accoglienza e di valorizzare la piena collaborazione con l’Arci di Livorno, sarà organizzata presso il Polo delle Associazioni, in via Maria Terreni 2, accanto al Nuovo Teatro delle Commedie. Ogni proiezione vedrà la presenza di alcuni rifugiati presenti a Livorno che racconteranno le loro esperienze. Ingresso ad offerta libera, inizio film ore 21.30. Associazione Don Nesi Corea ed Arci Silidarietà Livorno invitano tutta la cittadinanza a partecipare.

 

 

Venerdì 13 gennaio “ WELCOME “ di Philippe Lioret. Francia, 2009

Venerdì 20 gennaio “MIRACOLO A LE HAVRE” di Aki Kaurismaki. Francia-Germania, 2011

Venerdì 27 gennaio “TIMBUKTU” di Abderrahmane Sissako. Francia – Mauritania, 2014

INFO:

Associazione don Nesi/Corea, via G. La Pira 11, quartiere Corea, Livorno

www.associazionenesi.org

email:associazione@associazionenesi.org – tel/fax- 0586/424637

Arci Solidarietà Livorno   via Sant’Omobono 1/B

www.arcilivorno.it

solidarieta@arcilivorno.it

ricci@arcilivorno.it tel.

0586 892984


 

Previous Acquedotto portuale: storia e polemiche
Next La Sigma ha "posteggiato" ai Tre Ponti

You might also like

Suoni

2 giugno, l’Italia di Rino Gaetano nell’anniversario della sua scomparsa

Riscoperto dal grande pubblico solo negli ultimi anni, Rino Gaetano è uno dei musicisti più interessanti degli anni ‘70-’80. Un narratore unico nel suo genere, ha rappresentato con ironia  un

Letture

“I robot distruggeranno il lavoro, quindi serve il reddito minimo garantito. Siate creativi o una macchina vi sostituirà”

di Stefano Feltri tratto da Il Fatto Quotidiano Solo il reddito minimo, garantito e universale, può proteggerci dalla distruzione dei posti di lavoro causata dalla tecnologia. Martin Ford ne è

Visioni Suoni Letture

Capire gli anni ’10. Bello Figo “dabba” un paese stanco

Intorno al 2012 Gucci Boy fa uscire “Mi faccio una seGha”. “uno più uno uomo non fa sei / entro nella stanza e mi faccio le seghe / entro nella