Solidarietà dei Cobas ai lavoratori del Teatro Goldoni

La sera di giovedì 1 marzo  i lavoratori e le lavoratrici del Teatro Goldoni di Livorno hanno scioperato contro la presenza del candidato della Lega Lorenzo Gasperini, tristemente noto per le sue dichiarazioni omofobe e xenofobe. Di fronte a una presa di posizione così netta da parte di chi al Goldoni lavora quotidianamente e di fronte alla legittima decisione dei dipendenti di astenersi dal lavoro per protesta, è vergognoso che il comizio si sia tenuto ugualmente.
Come Cobas di Livorno esprimiamo piena solidarietà ai lavoratori del Teatro.
A poco è servito lo squallido sbeffeggiamento degli scioperanti, di cui il candidato della Lega ha fatto miserevole sfoggio all’ingresso. Il messaggio, coraggioso, dei lavoratori del Goldoni è passato ugualmente in tutta Italia.
Cobas Livorno
Previous Dopo il “The Family” di Umberto Bossi ecco il tribalismo di Salvini
Next APPELLO. "A fianco dei lavoratori e delle lavoratrici del Goldoni. Non lasciamoli soli"

You might also like

La vostra voce

Lettera del Comitato per la Sanità pubblica di Cecina al sindaco

L’assemblea riunita in data 21 ottobre 2016 a cura del Comitato per la Sanità pubblica di Cecina, sulla base dello studio epidemiologico presentato dal dottor Claudio Marabotti e realizzato con

La vostra voce

Rsu Fiom Piaggio contro la disponibilità dei sindacati ai contratti di solidarietà

Come RSU FIOM, non condividiamo per niente la disponibilità espressa in Comune e sulla stampa dai Segretari Provinciali di FIOM, FIM e UILM alla firma anche quest’anno di Contratti di

La vostra voce

Le forze dell’ordine intervengono a un’assemblea degli studenti a Cascina. I docenti: azione inammissibile

A seguito dell’interruzione didattica dovuta all’assemblea permanente e successiva occupazione, proclamata dagli studenti dell’IISS Pesenti, anche i docenti si sono riuniti in una propria assemblea per prendere posizione rispetto al