Solidarietà dei Cobas ai lavoratori del Teatro Goldoni

La sera di giovedì 1 marzo  i lavoratori e le lavoratrici del Teatro Goldoni di Livorno hanno scioperato contro la presenza del candidato della Lega Lorenzo Gasperini, tristemente noto per le sue dichiarazioni omofobe e xenofobe. Di fronte a una presa di posizione così netta da parte di chi al Goldoni lavora quotidianamente e di fronte alla legittima decisione dei dipendenti di astenersi dal lavoro per protesta, è vergognoso che il comizio si sia tenuto ugualmente.
Come Cobas di Livorno esprimiamo piena solidarietà ai lavoratori del Teatro.
A poco è servito lo squallido sbeffeggiamento degli scioperanti, di cui il candidato della Lega ha fatto miserevole sfoggio all’ingresso. Il messaggio, coraggioso, dei lavoratori del Goldoni è passato ugualmente in tutta Italia.
Cobas Livorno
Previous Dopo il “The Family” di Umberto Bossi ecco il tribalismo di Salvini
Next APPELLO. "A fianco dei lavoratori e delle lavoratrici del Goldoni. Non lasciamoli soli"

You might also like

La vostra voce

UI: “La situazione casa a Livorno”

La situazione casa è del tutto fuori controllo e se è vero che i problemi vengono da lontano (nel 2009 è iniziato il diluvio di licenziamenti senza welfare e i

La vostra voce

Cooperativa Quadrifoglio, la denuncia di Usi: “Licenziata una lavoratrice. Carico di lavoro inammissibile”

Sapevamo molto bene purtroppo che a seguito del cambio di appalto avvenuto al Cottolengo la Cooperativa entrante avrebbe modificato i rapporti e l’organizzazione del lavoro. Sapevamo molto bene che le

La vostra voce

Fal: “Repressione in divisa, vera faccia del 2 giugno”

La festa della repubblica, ormai divenuta festa delle forze armate, esibizione di retorica militarista e dell’ordine imposto, ha mostrato la sua violenza nella mattina del 2 giugno a Pisa. L’esposizione