Solidarietà dei Cobas ai lavoratori del Teatro Goldoni

La sera di giovedì 1 marzo  i lavoratori e le lavoratrici del Teatro Goldoni di Livorno hanno scioperato contro la presenza del candidato della Lega Lorenzo Gasperini, tristemente noto per le sue dichiarazioni omofobe e xenofobe. Di fronte a una presa di posizione così netta da parte di chi al Goldoni lavora quotidianamente e di fronte alla legittima decisione dei dipendenti di astenersi dal lavoro per protesta, è vergognoso che il comizio si sia tenuto ugualmente.
Come Cobas di Livorno esprimiamo piena solidarietà ai lavoratori del Teatro.
A poco è servito lo squallido sbeffeggiamento degli scioperanti, di cui il candidato della Lega ha fatto miserevole sfoggio all’ingresso. Il messaggio, coraggioso, dei lavoratori del Goldoni è passato ugualmente in tutta Italia.
Cobas Livorno
Previous Dopo il “The Family” di Umberto Bossi ecco il tribalismo di Salvini
Next APPELLO. "A fianco dei lavoratori e delle lavoratrici del Goldoni. Non lasciamoli soli"

You might also like

La vostra voce

Usb: “Le falsità di Piaggio sulla centralità di Pontedera”

Come Unione Sindacale di Base abbiamo da sempre denunciato, anche in trattativa, l’evidente falsità delle dichiarazioni del gruppo Piaggio in merito alla centralità dello stabilimento di Pontedera e ai futuri investimenti.

La vostra voce

Comitati livornesi contro l’Italicum: “No a premi di maggioranza e liste bloccate”

La Corte Costituzionale ha sancito l’incostituzionalità della legge elettorale “Italicum”, eliminandone diversi aspetti e in sostanza producendo una nuova legge elettorale immediatamente applicabile. QUESTA E’ UNA VITTORIA DEI NOSTRI COMITATI,

La vostra voce

I 4 moschettieri e il voto sincero

Da tempo esiste un tipo di informazione prona al servilismo e dotata di cortigiana adulazione verso il potere costituito. Croce affermava, nella sua storia d’Europa del secolo decimonono, che lo