È uscito Senza Soste n. 125

Da oggi nei punti distribuzione, il nuovo numero cartaceo di Senza Soste

senza soste 125Pagina 1         

– Salute negata. La Giornata europea di mobilitazione in difesa della sanità pubblica è stata incentrata sul progressivo spostamento verso un sistema privato, con tutte le conseguenze del caso, sia per i costi sia perché ci sarà sempre meno prevenzione .
– Editoriale. Il mostro del fiscal compact in fondo al tunnel.

Pagina 2 (Internazionale)

– Siria: sparare sull’ambulanza. Più di 800 operatori sanitari assassinati dall’inizio della guerra.
– Gli estremisti che hanno perso in Olanda. Batosta storica per i socialdemocratici dell’ultrà neoliberista Djisselbloem.

Pagina 3 (Interni)

– Il governo abolisce i voucher per evitare il referendum. Storia e utilizzo dello strumento più contestato dell’ultimo decennio.

Pagina 4 (Livorno)

– “Salute negata”. Il libro di Daniele Rovai sulla riforma della sanità toscana.

Pagina 5 (Livorno)

– Romito o Costa dei Cavalleggeri? Il brand turistico lanciato dalla Giunta 5 Stelle potrebbe rivelarsi un boomerang.

– Quale Romito? Parco, valorizzazione turistica o meglio lasciare tutto così? Il dibattito è aperto.

Pagina 6 (Per non dimenticare)

– Aprile 1937. 80 anni fa la morte di Antonio Gramsci.
– Aprile 1992. 25 anni fa moriva Isaac Asimov, il padre della robotica.

Pagina 7 (Stile libero)

– In fondo, suona ancora. Nella penombra, c’è uno scenario che tiene viva la fama musicale di Livorno.

Pagina 8 (Sport)

– Più che una nazionale. È la massima espressione palestinese del calcio ma non si tratta né della nazionale, né di un giocatore, né tantomeno di un club della Cisgiordania o della Striscia di Gaza. Il simbolo calcistico del martoriato popolo arabo è un club cileno, il Club Deportivo Palestino, fondato quasi un secolo fa da migranti palestinesi.

civetta 125edicola p.zza Damiano Chiesa – edicola Cisternone – edicola via Verdi – edicola piazza del Municipio – edicola Baracchina Bianca – edicola Piazza Attias (angolo via Goldoni) – edicola Piazza Grande (lato via Pieroni) – edicola Piazza Grande (lato farmacia comunale) – edicola viale Carducci (angolo Risorgimento) – edicola/tabaccaio corso Mazzini (angolo via san Carlo) – edicola via Provinciale Pisana (S. Matteo) – Edicola via delle Sorgenti (angolo Donnini) – edicola viale Antignano (Scalinata) – edicola via Olanda (angolo via Francia) – Caffè Paradiso (via Maggi) – Vino e Vegeto (via Mentana) – Bar Dolce Nera (via della Madonna angolo via Avvalorati) – Tabaccheria via Bosi (piazza XX Settembre) – Tabaccheria Corso Amedeo (angolo via Magenta) – Tabaccheria via Verdi – Videodrome (via Magenta) – Pizzeria Amaranto (via Lepanto) – Bar Il Progresso (via P.Pisana) – Bar B52 (Stagno) – Ex Aurora (viale Ippolito Nievo) – Cral Eni (viale Ippolito Nievo) – TeatrOfficina Refugio (Scali del Refugio 7) – Cp 1921 (via dei Mulini) – Ristororto Polpetta (via dei Mulini) – Ex Caserma Del Fante (via Adriana) – Emeroteca (via del Toro) – Trattoria La Sgranata (via di Salviano) – Campi calcetto Corea – Fondazione Don Nesi Corea –Libreria Mondadori (via Magenta) – Centro Artistico il Grattacielo (via del Platano) – Nuovo Teatro delle Commedie (via Terreni) – La Svolta (viale Caprera) – Curva Nord Stadio (in occasione delle partite interne del Livorno)

Per ricevere il giornale direttamente a casa ogni mese, consultare l’apposita sezione “Sostienici” sul nostro sito.

Previous Vittoria di Usb in Tribunale a Livorno: reintegrata lavoratrice dopo licenziamento illegittimo
Next "Una sanità che ci è privata". Scarica l'opuscolo di Cortocircuito

You might also like

Suoni

La fine dei vent’anni

Partiti da lontano/ e di colpo arrivare ad essere contenti/ma il colpo era forte / e le note non erano giuste Comincia così – e con le note giuste di

Visioni Suoni Letture

The circus is in town. O di quando ho visto Bob Dylan a Firenze

E’ stato difficile comprare i biglietti per assicurarsi un posto per il concerto di Bob Dylan a Firenze lo scorso 7 aprile 2018. Siamo in un’epoca storica in cui tutto si muove

Suoni

Un duo perfettamente pop: The Love Thieves

Molto spesso chi scrive o vuole scrivere di musica cerca, nel parlare di un disco, il mito dell’originalità. Dopo anni di ascolti tra i più variegati è diventata una categoria