È uscito Senza Soste n. 126

civetta 126Pagina 1          

– Festa selvaggia. Le consuete polemiche sulle aperture festive di centri commerciali ed ipermercati portano con sé la fotografia di un settore dove impera la competizione selvaggia dal 2012 (decreti Monti) ma dove gli effetti delle aperture 24h e 7/7 su ricavi, lavoro e fornitori non sono affatto positivi. Dagli altri paesi europei fino alla nostra città il quadro appare chiaro e necessita di un cambiamento.

– Editoriale. Solo uno choc esterno ci potrà salvare?

Pagina 2 (Internazionale)

– Corea: ma il pazzo chi è? Nuovi timori per la crisi in estremo oriente.

– Turchia: fine dello Stato di diritto. Riforma costituzionale o colpo di Stato?

Pagina 3 (Interni)

– Alitalia. Una vertenza esemplare.

Pagina 4 (Livorno)

– Il mondo Asa dopo le scosse. Intervista con Andrea Guerrini, presidente Asa, con cui abbiamo parlato del futuro dell’azienda.

Pagina 5 (Livorno)

– La nuova vita della “nuova” Aurelia. Una prospettiva importante per la mobilità e per un alleggerimento competitivo nel settore turismo.

– Acqua a peso d’oro. Fra aumenti e balzelli la bolletta è diventata un problema, specialmente per le famiglie numerose.

Pagina 6 (Per non dimenticare)

– Maggio 1937. Ottant’anni fa la strage fascista di Debra Libanos in Etiopia.

– Maggio 1917. Fontana: 100 anni fa l’opera che rivoluzionò il rapporto tra arte, artista e pubblico

Pagina 7 (Stile libero)

– L’ultima sottocultura mainstream. Viaggio casuale nell’immaginario e nella cultura Hip-Hop.

Pagina 8 (Sport)

– Splendori e miserie di un artista del fútbol. Genio e sregolatezza dentro e fuori dal campo, l’argentino René Houseman può essere considerato a giusto titolo una delle ali destre che hanno fatto la storia del calcio.

126 primaI punti distribuzione

edicola p.zza Damiano Chiesa – edicola Cisternone – edicola via Verdi – edicola piazza del Municipio – edicola Baracchina Bianca – edicola Piazza Attias (angolo via Goldoni) – edicola Piazza Grande (lato via Pieroni) – edicola Piazza Grande (lato farmacia comunale) – edicola viale Carducci (angolo Risorgimento) – edicola/tabaccaio corso Mazzini (angolo via san Carlo) – edicola via Provinciale Pisana (S. Matteo) – Edicola via delle Sorgenti (angolo Donnini) – edicola viale Antignano (Scalinata) – edicola via Olanda (angolo via Francia) – Caffè Paradiso (via Maggi) – Vino e Vegeto (via Mentana) – Bar Dolce Nera (via della Madonna angolo via Avvalorati) – Tabaccheria via Bosi (piazza XX Settembre) – Tabaccheria Corso Amedeo (angolo via Magenta) – Tabaccheria via Verdi – Videodrome (via Magenta) – Pizzeria Amaranto (via Lepanto) – Bar Il Progresso (via P.Pisana) – Bar B52 (Stagno) – Ex Aurora (viale Ippolito Nievo) – Cral Eni (viale Ippolito Nievo) – TeatrOfficina Refugio (Scali del Refugio 7) – Cp 1921 (via dei Mulini) – Ristororto Polpetta (via dei Mulini) – Ex Caserma Del Fante (via Adriana) – Emeroteca (via del Toro) – Trattoria La Sgranata (via di Salviano) – Campi calcetto Corea – Fondazione Don Nesi Corea –Libreria Mondadori (via Magenta) – Centro Artistico il Grattacielo (via del Platano) – Nuovo Teatro delle Commedie (via Terreni) – La Svolta (viale Caprera) – Curva Nord Stadio (in occasione delle partite interne del Livorno)

Per ricevere il giornale direttamente a casa ogni mese, consultare l’apposita sezione “Sostienici” sul nostro sito.

Previous 16 maggio 1944: la rivolta dei gitani ad Auschwitz
Next “I robot distruggeranno il lavoro, quindi serve il reddito minimo garantito. Siate creativi o una macchina vi sostituirà”

You might also like

Visioni Suoni Letture

Genealogia della governance

“La Genealogia della Governance” è un libro sull’ordoliberalismo, questione attuale mai affrontata di fronte al grande pubblico. Mentre i media nel ventennio hanno celebrato con entusiasmo la fine delle ideologie

Visioni

Cinema in Corea – Rassegna febbraio 2017: “Ai confini dello sport”

Perché ai confini? Perché lo sport può servire a raccontare qualcosa d’altro, oltre che sé stesso e la competizione. Non film sullo sport in quanto tale ma film che abbiano

Visioni

A Firenze, Film Middle East Now, il grande schermo sul Medio Oriente

Bachar Mar-Khalife è un figlio d’arte, sradicato dal Libano da bambino e oggi affermato musicista sperimentale sospeso tra la tradizione araba, il jazz e l’elettronica contemporanea. A lui il merito