Venerdì 14 ottobre al Cp1921: “Bomber renegade”

locandina-bomber-renegadeVenerdì 14 ottobre dalle 18.30 al Centro Politico 1921 in via dei Mulini 29, un appuntamento da non perdere, con Michael “Dixie” Dickson. Per parlare di Irlanda e la guerra “civile” che si è combattuta contro l’Inghilterra. Sarà presente l’autore Michael Dickson con un passato nell’IRA, che presenterà il suo libro Bomber Renegade.

Michael “Dixie” Dickson è stato un militare di Sua Maestà nelle Falkland appena riconquistate dagli inglesi.
Lasciato l’esercito a 24 anni si trasferisce a Glasgow dove, frequentando la tifoseria del Celtic, inizia ad avvicinarsi alla lotta per l’irlanda unita.
Un crescendo di rabbia e consapevolezza lo spinge ad arruolarsi nell’IRA negli ultimi anni del conflitto. Nel 1996 partecipa ad un attentato in Germania ed è costretto alla latitanza.
Arrestato a Praga nel 2002 sconta 3anni e 3mesi di carcere, non facendosi mancare una breve evasione.
Liberato a Marzo 2006 è l’ultimo prigioniero repubblicano a uscire dal carcere per fatti direttamente connessi ai troubles. E’ tuttora un militante e un importante animatore di una delle tifoserie più simpatiche e marcatamente anti fasciste d’europa. Una biografia densa vissuta sul crinale tra sport e politica. La parabola di un uomo d’azione, irregolare e passionale che parte dall’uniforme militare e arriva alla mimetica e passamontagna attraverso la frequentazione degli spalti del Celtic Park.

Ore 18.30 Presentazione del libro
20.30 Cena popolare
23.00 Concerto Glasnevin (Rebels Irish Folk Glasgow)

Previous Il Def e la magia della spesa sanitaria che aumenta ma diminuisce
Next “Investi in Italia, gli stipendi sono bassi”, l’autogol della brochure del Governo

You might also like

Città

Pizzo nelle occupazioni abitative. La posizione di Asia-Usb

Dopo l’uscita del nostro articolo sulla situazione del palazzo del Picchetto, di seguito il commento del sindacato inquilini Asia-Usb. Come sindacato inquilini Asia-USB, sosteniamo attivamente da tempo alcune occupazioni abitative

Interventi

BL: “Non solo Lonzi”

La vergognosa vicenda che ha coinvolto in questi giorni due note ditte livornesi in un’indagine sul traffico illecito di rifiuti, associazione a delinquere e truffa aggravata, ha portato tutta la

Letture

“I robot distruggeranno il lavoro, quindi serve il reddito minimo garantito. Siate creativi o una macchina vi sostituirà”

di Stefano Feltri tratto da Il Fatto Quotidiano Solo il reddito minimo, garantito e universale, può proteggerci dalla distruzione dei posti di lavoro causata dalla tecnologia. Martin Ford ne è