Venezuela: il Governo toglierà dalla circolazione le banconote da 100 bolívares nel giro di 72 ore

maduro – articolo di Génesis Gómez tratto da vtv.gob.ve

Caracas, 11 dicembre 2016.-  Il Presidente della Repubblica Bolivariana del Venezuela, Nicolás Maduro, ha firmato domenica un Decreto Straordinario di Emergenza Economica con il proposito di togliere dalla circolazione, nelle prossime 72 ore, le banconote da 100 bolívares a causa della sottrazione della cartamoneta venezuelana che stavano mettendo in atto le mafie provenienti dalla Colombia.

“In virtù delle mie facoltà costituzionali e tramite questo Decreto di Emergenza Economica ho deciso di togliere dalla circolazione le banconote da 100 bolívares, nelle prossime 72 ore, e dare un termine prudente perché coloro che posseggano banconote da 100 le dichiarino alla Banca Pubblica e alla Banca Centrale del Venezuela”, ha detto il Capo di Stato.

Durante il suo programma Contacto con Maduro, numero 74, trasmesso domenica dalla  Venezolana de Televisión (VTV), il Presidente ha designato il ministro del Poder Popular per le Relazioni Interne, la Giustizia e la Pace, Néstor Reverol, coordinatore per l’eliminazione delle banconote, le quali potranno essere consegnate alla Banca Centrale del Venezuela nei prossimi 10 giorni.billetes

Il Capo di Stato ha spiegato che “da due anni si sta verificando un fenomeno per cui dalla Colombia viene sottratta cartamoneta venezuelana in modo abituale e massiccio, attraverso Cúcuta e Maicao, dove si trova un centro permanente di attacco alla moneta venezuelana, al sistema di cambio della valuta e anche di sottrazione di banconote”.

Ha comunicato che si calcola in circa 300 miliardi di bolívares la somma che si trova nelle disponibilità delle mafie internazionali guidate dai territori di Colombia e Brasile.

Ha detto che le indagini hanno scoperto che alcune banche nazionali sono coinvolte nell’illecito, diretto da una ONG a libro paga del Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti.

Il Presidente Maduro ha rilevato che si manterranno chiuse vie terrestri e marittime perché “le mafie non ritornino qui con queste banconote e non continuino con la loro truffa all’interno del Paese”.

Ha dichiarato che il Governo venezuelano si è rivolto alla Colombia chiedendo che “abolisca la risoluzione numero 8 che permette che alla frontiera venga stabilito a piacimento il prezzo del bolívar”.

traduzione per Senza Soste di Nello Gradirà

 

banconote1 banconote2 banconote3

 

Previous Dibattistanomics e antifascismo. Per un 2017 di confusione
Next La nuova legge elettorale penalizzerà i Cinque Stelle (ma anche Renzi)

You might also like

Mondo

Elezioni Regno Unito: quali scenari?

Arriva inaspettatamente dal Regno Unito uno dei segnali più importanti di questi anni per le sinistre europee depresse da anni di sconfitte, disorientate dall’ondata di piena dei populismi xenofobi e

Mondo

Sul prossimo referendum costituzionale in Turchia

tratto da http://www.dinamopress.it/ Il 16 aprile, gli elettori turchi voteranno una proposta di legge che prevede un’importante riforma della Costituzione. Il progetto di legge è stato scritto dal Partito per la

Le nostre traduzioni

Alberto Acosta, Ecuador: “La sinistra deve fare una profonda autocritica”

Wilber Huacasi – La República (Lima) Critico con i governi progressisti, l’ex presidente dell’Assemblea Costituente dell’Ecuador Alberto Acosta propone una fase di bilanci per l’America Latina, senza trascurare variabili come la